Prove aperte della Filarmonica della Scala: la musica incontra la beneficenza

Secondo appuntamento con le prove aperte della Filarmonica della Scala

s_400_250_16777215_00_images_eventi_scala.jpgQuando l'opera incontra la beneficenza. Domenica 17 gennaio si è svolto il secondo appuntamento della ormai collaudata iniziativa delle prove aperte della Filarmonica della Scala.

Il successo ottenuto nelle sei edizioni precedenti è stato riconfermato con l'ennesima serata di tutto esaurito. Un connubio vincente quello della formula adottata, che unisce, da un lato, la migliore musica di cui si può godere in città, e, dall'altro, la più nobile delle iniziative: quella della beneficenza a favore del no- profit milanese. È questo, infatti, il punto di forza da cui scaturisce il successo degli eventi realizzati dalla Filarmonica della Scala in collaborazione con il Comune di Milano, il Main Partner UniCredit e con il sostegno di UniCredit Foundation.

La prova aperta rappresenta, nella sua fattispecie, un'occasione straordinaria per il vasto pubblico di appassionati ed intenditori poiché viene data loro la possibilità di assistere a concerti di alcuni dei più prestigiosi musicisti del nostro tempo, nel luogo "di culto" d'eccellenza della tradizione musicale e artistica italiana. Tutto ciò, inoltre, è fruibile a prezzi contenuti e accessibili a tutti (dai 5 ai 35 euro).

Questa serie di imperdibili occasioni ha avuto come protagonisti, nel corso degli anni, artisti del calibro di Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Daniele Gatti, Valery Gergiev, Daniel Harding, Fabio Luisi, oltre ai musicisti dell’Orchestra.

Protagonista del concerto di domenica 17 è stato, invece, il maestro Ottavio Dantone, tornato sul podio della filarmonica della scala dopo il suo debutto nel 2013. Clavicembalista e direttore d'orchestra di fama internazionale, Dantone, il cui repertorio spazia dal periodo classico al romantico, si è impegnato, all’inizio dello spettacolo, ad illustrare al pubblico i brani che sarebbe andato ad eseguire, offrendo un livello partecipativo molto elevato.

Dal Pulcinella di Stravinskij, da cui riemerge lo stile guizzante ed energico del Settecento napoletano, al Concerto per Violoncello ed Archi di Nicola Porpora, trascritto per pianoforte dal Dantone stesso, con le sue vivaci interazioni tra strumento solista ed orchestra. Infine, il teatrale e sacro Stabeat Mater di Pergolesi, che unisce elementi di intensa sacralità a ritmi, slanci e spigliatezza propri della musica profana, quasi da commedia: una rivoluzione stilistica sorprendente capace di stupire ed indignare gli ambienti religiosi più ortodossi del Settecento. Da sottolineare la preziosa e intensa partecipazione del soprano Robera Invernizzi, il contralto Delphine Galou, il tenore Francesco Castoro e il basso Carlo Malinverno.

Al centro del progetto benefico della serata è stata la Fondazione IEO-CCM dell’Istituto Europeo di Oncologia ed del Centro Cardiologico Monzino, organizzazioni no-profit altamente qualificate e radicate nel territorio milanese, che lavorano in modo sinergico per ottimizzare l’utilizzo delle proprie risorse puntando sulla realizzazione di progetti di ricerca oncologica e cardiovascolare di altissima qualità e serietà.

La stagione delle prove aperte prosegue domenica 14 febbraio con la direzione del maestro Daniel Harding; domenica 6 marzo con il maestro Daniele Gatti e domenica 10 aprile con il direttore Fabio Luisi. Per informazioni e prenotazioni è attivo il numero: 02/465467467.

Maria Monesi

Recapiti e Contatti

milanotopnews testata
Eventi Moda Spettacoli Cinema a Milano e Top News
Via Carlo Imbonati 99 - 20126 Milano Mi Italy
email : milanotopnews@gmail.com
http://www.milanotopnews.it

Fast Contact




Disclaimer

Milanotopnews non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge sull'editoria n.62 del 7/3/2001.

I loghi presenti nel sito, dove non diversamente specificato, appartengono al proprietario.

L'utente è sempre tenuto a leggere il disclaimer e tutte le informative qui riportate.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie