Ripartenza e Fase 2: Nasce la Certificazione Covid-Free per le aziende

In questi giorni si fa un gran parlare della cosiddetta Fase 2 ossia della riapertura selettiva di alcune attività e imprese per evitare ulteriori danni al sistema produttivo italiano. Due mesi di stop sembrano davvero troppi, ma i rischi di una nuova impennata dei caontagi da Covid-19 sono ancora elevati. Pertanto ripartenza si, ma con cautela e con tutte le misure di sicurezza necessarie.

Una risposta interessante arriva però da un'azienda milanese la Acsq S.r.l. Specializzata in certificazioni di sistema, che ha messo a punto, e resa subito disponibile, la prima Certificazione Covid-Free in Italia. Di cosa si tratta? Di una certificazione che garantisce ai terzi l'adozione in azienda di un Sistema di gestione pensato per ridurre il rischio Covid negli ambienti di lavoro.

Alla base di questo nuovo strumento sta un Disciplinare Tecnico proprietario che raccoglie e sviluppa le misure necessarie a prevenire e contrastare la diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro, così come specificato dagli organi dello Stato nelle disposizioni normative vigenti susseguitesi in questi mesi.

Tecnicamente si chiama Covid-Free Certification e rappresenta una prima grande opportunità per aziende e imprese che intendono adeguare il sistema produttivo, o comunque gli ambienti di lavoro, alla nuova realtà di convivenza con il virus. Si tratta di una certificazione utile per garantire l'adozione di un sistema progettato per ridurre il rischio di contagio da Covid-19, senza indurre eccessivi stress e carichi di lavoro sul personale e sui fornitori.

Il Disciplinare tecnico, al quale il sistema di gestione da implementare in azienda deve rifarsi, armonizza le diverse disposizioni normative in materia (DPCM e DL sull'emergenza coronavirus, Ordinanze Ministero della Salute, Dlgs. 81/08 e s.m.i., norme UNI pertinenti, circolari ASL e INAIL). Il Disciplinare fornisce i requisiti minimi per gestire le attività aziendali in piena sicurezza, si adatta a tutte le aziende, fatta eccezione per quelle del comparto sanitario.

Ma come si ottiene la certificazione Covid-Free? Per ottenere il bollino le aziende interessate dovranno seguire due passaggi:

  1. Adottare un Sistema di gestione utile ad applicare e verificare tutte le prescrizioni contenute nel Disciplinare tecnico;
  2. Chiedere la verifica di conformità del Sistema installato al Disciplinare

Una volta valutata positivamente la conformità del Sistema al Disciplinare tecnico, si ottiene la certificazione con il rilascio dell'attestato e del bollino covid-free.

Data l'importanza della materia e la delicatezza dell'argomento, è consigliabile rivolgersi ad una società di consulenza che potrà implementare il sistema di gestione e poi richiederne la certificazione all'ente deputato. E tra queste un'altra azienda milanese la Safetyone Ingegneria, specializzata nella consulenza in materia di salute e sicurezza sul lavoro, è già attrezzata per fornire assistenza ed occuparsi dell'intero processo necessario.

Safetyone Ingegneria è in grado di supportare le aziende per l'ottenimento della Certificazione Covid-Free tramite la definizione di un Modello di Sistema aderente al Disciplinare Tecnico per il contrasto alla diffusione del virus SARS-CoV-2 e la predisposizione di procedure e istruzioni operative in linea con le specificità aziendali.

In un momento difficile come questo, conquistare la fiducia del mercato (clienti, fornitori, investitori, amministrazioni pubbliche) rappresenta un elemento molto importante per garantirsi il successo. D'altra parte il rischio di chiudere l'azienda per la positività al Covid-19 di un dipendente, o rallentare la produzione per la carenza di personale, sarebbe troppo alto da prendere.