buste per fumetti
milano top news
biochar

A Palazzo Reale entusiasma la mostra "De Nittis Pittore della vita moderna"

Circa 90 dipinti, tra oli e pastelli, provenienti dalle principali collezioni pubbliche e private, italiane e straniere, un percorso alla scoperta del pittore della vita moderna: Giuseppe De Nittis.

Per la prima volta a Palazzo Reale la mostra monografica di uno tra i grandi protagonisti della pittura dell’Ottocento. “La natura, io le sono così vicino…Quante gioie mi ha dato! Mi ha insegnato tutto: amore e generosità…Amo la vita, amo la natura. Amo tutto ciò che ho dipinto”(G.De Nittis). E nella natura, quella che lo ha accompagnato, ci si perde, restando incantati dalla capacità di esprimere attraverso i colori il cielo di Parigi, di Londra, ovattati a volte, malinconici, ed il paesaggio che circonda il Vesuvio: colori, intensi, caldi.

Il ciclo dedicato alla rappresentazione delle falde del Vesuvio è organizzato in 12 piccole pitture ad olio di Giuseppe De Nittis. Il Vesuvio è rappresentato verso l’alto e in primo piano il suolo è ingombro di rocce e ceneri. In alto invece la cima del monte in alcuni dipinti confina con il cielo mentre in altri è velata da nubi bianche. Quando è osservato da lontano il monte si erge verso l’alto e dalla sua vetta si alzano i fiumi gialli delle fumarole. In basso invece crescono alberi e cespugli. Visto da lontano poi il Vesuvio sembra un’alta montagna e la sua vetta è coperta dalle nebbie mentre in primo piano è visibile la strada che conduce verso le sue pendici. Compare infine una rada vegetazione che cresce stentata sul suolo ripido scalato con difficoltà da uomini a piedi e a cavallo.

Tra le opere in mostra, spiccano i volti femminili ritratti da De Nittis: il pittore li ritrae in un vortice di vita fatto di balli e ritrovi mondani, mostrandone non solo la bellezza e l’eleganza dell’abbigliamento rigorosamente alla moda ma anche l’inquietudine e una malinconica consapevolezza.

Ed il volto della donna nel dipinto “la Pensierosa” ipnotizza, ti proietta nella mente di quella donna, di ogni donna, alle prese con desideri, responsabilità e voglia di vivere. L’artista coglie quell’universo femminile in trasformazione. È inoltre tra gli artisti dell’epoca che meglio si è saputo misurare con la pittura giapponese allora diventata di moda. La mostra curata da Fernando Mazzocca e Paola Zatti ed inaugurata il 24 febbraio, rimarrà aperta fino al 30 giugno.

Quella di Palazzo Reale è una mostra che si inserisce nelle tappe fondamentali del percorso espositivo dedicato all’artista, consacrato dalla magnifica retrospettiva dedicatagli nel 1914 dalla XI Biennale di Venezia e poi a Parigi al Petit Palais nel 2010-11, e nella monografica del 2013 a Padova a Palazzo Zabarella.

Maria Bonaiuto

milano eventi top e notizie
Milano Eventi Top e Notizie