A Cascina Bellaria grande omaggio a Fabrizio De Andrè

A Milano anche quest'anno si è tenuto il tradizionale appuntamento organizzato da Circolo Arci Metromondo, in collaborazione con Atlha Onlus, in onore di Fabrizio De Andrè e della sua musica. Evento che ogni anno riunisce centinaia di appassionati dell'indimenticabile artista. A 16 anni dalla scomparsa del grande Faber, Roberto Durkovic, accompagnato dai Violinisti Tzigani, coinvolgerà i presenti interpretando le canzoni e le ballate più celebri e amate dal pubblico.

La serata si è aperta alle 20.30 con una cena genovese su prenotazione a base di trofie al pesto, baccalà alla marinara e l'immancabile “vino bianco di Portofino” di De Andrè. Alle ore 22.00 Gli zingari e i rom narrati da De André hanno poi conquistato il palco della Cascina Bellaria grazie al sodalizio artistico tra Roberto Durkovic, cantautore di origini italo praghesi e un gruppo di musicisti tzigani incontrati nei vagoni della metropolitana di Milano più di 10 anni fa.

Virtuosismi e follie tzigane si sono intrecciate con brani di De Andrè come Selli, Via del campo, Canzone dell'amore perduto, Verranno a chiederti del nostro amore. I pezzi classici del grande artista, cari al pubblico come la Città vecchia, Geordie, Il pescatore, Bocca di rosa, Creuza hanno segnato il ritmo della serata. Il concerto aperto da Paolo Farina Vallone che accompagnato da Francesco Scognamiglio (chitarra acustica, armonica) e da Elisa Marotta (violino), ha eseguito "Ehi tu Fabrizio", un blues dedicato all'artista e "Le montagne sono alte", uno dei brani del cd "VALLONE Multiversi".

L’iniziativa in onore di Fabrizio De Andrè è organizzata da Circolo Arci Metromondo associazione senza scopo di lucro che da oltre vent’anni organizza eventi culturali e solidali nella città di Milano. Parte dei proventi della serata andranno a sostegno di Atlha Onlus - Associazione Tempo Libero per l’integrazione dei disabili, che in Cascina Bellaria offre ospitalità e organizza attività ricreative per favorire la piena integrazione delle persone con disabilità.