30 artisti per l'Expo, la terza emozione è la Gioia

Continua a Milano presso lo Spazio Soderini in via Strozzi 9 la mostra “30 Artisti per l’Expo” promossa da Città Metropolitana di Milano e Associazione Culturale Leucò, in collaborazione con l’Accademia del Dialetto Milanese, la Riseria Cusaro e alcuni artisti che espongono, loro stessi parte attiva del progetto. Oltre 30 artisti internazionali, 22 dei quali pittori, scultori e videoperformer, insieme ad attori e musicisti sono stati invitati a raccontare quattro delle nostre principali emozioni, Speranza Attesa Gioia Dignità, associandole al cibo, espressione culturale e sociale fondamentale per comprendere ogni popolazione.

Dopo la Speranza e l’Attesa, Giovedì 29 gennaio alle ore 18.30 la terza emozione: la Gioia. La Gioia: che si concretizza nei sorrisi e nei volti di milioni di persone di fronte al cibo. Per la maggior parte di tutti noi mangiare è un atto naturale, ordinario, quotidiano, che si ripete più volte al giorno. Ma non in tutto il nostro pianeta è così. Vi sono purtroppo ancora molti paesi nel mondo dove basta una ciotola di riso per essere veramente felici. L’arte può far ritornare a far proprio quell’atto ancestrale come qualcosa di grande e speciale, e non come qualcosa di scontato, è il passaggio fondamentale per riassaporare la Gioia.

Cinque gli artisti che hanno interpretato il sentimento della Gioia: Michela Baldi e Luca Bergo (installazione); Anna Francesca Gutris (pittura); Yaya Frigerio e Sonia  Willki (scultura).

Parallelamente alla mostra continua anche il progetto solidale “900 ciotole di riso”. Il riso, l’alimento più diffuso al mondo, e prodotto d’eccellenza del Parco Sud, è stato il riferimento del lavoro degli artisti, nella certezza che si può “Nutrire il Pianeta” anche attraverso l’arte in ogni sua declinazione. Ogni artista ha realizzato in terracotta e dipinto a mano una serie di ciotole, sino ad arrivare al numero di 900, che saranno messe in vendita a un prezzo solidale, e il ricavato verrà devoluto in beneficenza a Pane Quotidiano. 

Ogni ciotola è dunque da considerarsi un’opera unica. Questi i nomi dei 22 pittori, scultori e videoperformer che hanno lavorato artisticamente al progetto, scegliendo l’emozione più affine al proprio modo di vivere l’arte: Dario Aguzzi, Michela Baldi, Luca Bergo, Francesco Biondo, Marco Bozzini, Giuliana Cioffi, Cinzia Fantozzi, Elisabetta Ferrario, Yaya Frigerio, Gianfranco Gandini, Anna Francesca Gutris, Massimo Monteleone, Silvia Pampallona, Andrea Pampallona, Stefania Pennacchio, Costantino Peroni, Filippo Rossato, Andrea Salpetre, Bruno Sanlorano, Marisa Vanetti, Kate Varrey, Sonia Willki.

La mostra “30 Artisti per l’Expo” prevede inoltre un concerto di musica da camera con il Quartetto d’archi Siegfried (5 febbraio), ad una mise en espace “Anime in piena” di Marco Filatori organizzata dal Teatro del Battito (12 febbraio), oltre a delle conversazioni sulla letteratura dialettale milanese con riferimento a Carlo Maria Maggi, Giovanni Rajberti, Carlo Porta, organizzate dall’Accademia del Dialetto Milanese.