Cinema, al Mic di Milano un omaggio a Anita Ekberg e Virna Lisi

anita ekberg e marcello mastroianniVenerdì 6 e sabato 7 marzo 2015 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema di Milano , Fondazione Cineteca Italiana presenta ANITA EKBERG E VIRNA LISA: RICORDO DI DUE DIVE INTERNAZIONALI, un omaggio in quattro film che intende ricordare due grandissime attrici da poco scomparse. Anita Ekberg, splendida donna svedese dalle forme generose, è nata a Malmö il 29 settembre del 1931.

Nel 1950 viene eletta Miss Svezia e da lì incomincia la sua carriera di attrice, che la porta ad essere adottata nel Bel Paese soprattutto in seguito al successo ottenuto da La dolce vita di Federico Fellini, film nel quale interpreta la svampita e prorompente Sylvia, diva americana in trasferta a Roma. Da allora interpreterà molti altri film italiani, fino al ritiro dalle scene avvenuto nel 2002. La Ekberg muore a Roma l’11 gennaio 2015.

Virna Lisi nasce a Jesi nel 1936 e debutta sul grande schermo nel 1953. A colpire è soprattutto la sua incredibile bellezza, che la porta addirittura a solcare i palcoscenici hollywoodiani: appare infatti accanto a Jack Lemmon in Come uccidere vostra moglie di Richard Quine. Tornata in Italia dopo la parentesi americana, la Lisi viene riconosciuta come grande interprete oltre che come grande bellezza. Tra i suoi ruoli più memorabili ricordiamo Caterina de’ Medici in La regina Margot e la Irene di Il più bel giorno della mia vita di Cristina Comencini, ruolo che le regala il Nastro d’argento. Negli ultimi anni interpreta soprattutto fiction televisive, fino alla morte avvenuta il 18 dicembre 2014.

Fondazione Cineteca Italiana rende omaggio alle due dive con quattro film significativi. Il 6 marzo si inizia alle 15.00 con la commedia Come uccidere vostra moglie, film che ha segnato il brevissimo periodo a Hollywood di Virna Lisi, che compare a fianco di una leggenda come Jack Lemmon.

A seguire verrà proiettato Le tentazioni del dottor Antonio, episodio del film collettivo Boccaccio ’70 diretto da Federico Fellini, nel quale Anita Ekberg appare al protagonista, interpretato da Peppino De Filippo, in veste di allucinazione erotica.

Chiude la giornata Il più bel giorno della mia vita di Cristina Comencini, che vede Virna Lisi interprete superba di un’anziana donna legata alla villa nella quale ha trascorso tutta la sua vita.

La rassegna si chiude sabato 7 marzo con la proiezione de La dolce vita, immortale capolavoro di Federico Fellini, del quale la Ekberg è interprete, insieme a Marcello Mastroianni, del più celebre bagno nella fontana della storia del cinema.