Dalla Svezia a milano. I Simian Ghost a febbraio in Italia



simian-ghostMILANO. Le due riviste più prestigiose del mondo, The Times e The Guardian nel 2012 hanno chiamato i Simian Ghost, un’alternativa indie pop act band di Sandviken, Svezia, “the band of the day" e “il primo concorrente per l’album dell’anno”. Dal 2011 il gruppo ha condiviso il palcoscenico con i Mount Kimbie, SBTRKT, Niki & The Dove e Active Child, seguito dai vari successi in The UK come partecipazione al Camden Crawl Festival e The Great Escape Festival a Brighton.

Oggi, nel 2015, Sebastian Arnström (ex membro degli Aerial e fondatore del gruppo), Erik Klinga, Mathias Zachrisson, Maja Agnevik e Wilhelm Magnusson dopo un enorme successo a casa ed Inghilterra e dopo aver rilasciato tre album (“Infinite Traffic Everywhere” – 2011, “Youth” – 2012, “The Veil – 2014), due EP (“Lovelorn” – 2011, “Autumn Slowmo” – 2012) e vari single (“A Million Shining Colours” – 2013, “Echoes of Songs” for Trish Keenan – 2014) arrivano finalmente in Italia con 4 concerti: a Milano (26.02 - Arci Ohibò, ingresso 7€ con tessera Arci), Padova (27.02 - CO2, concerto acustico), Firenze (28.02 – KLUBB LOTTAROX, Tender Club) e Livorno (1.03-ex Cinema Aurora).

Il nuovo lavoro, l’album “The Veil” con il quale parte il Tour Europeo 2015, contiene ben 18 brani, tra cui la sorprendente soul-pop “Never Really Knew” e conferma come sapientemente i Simian Ghost sappiano mescolare le più disparate ispirazioni che includono, Brian Wilson, Gershwin, The Flaming Lips, Debussy fino a Deerhunter. Da non perdere.

Guarda "Never really knew" su Dailymotion