Edgar Reitz, a Milano "L'altra Heimat - cronaca di un sogno"

l'altra heimat cronaca di un sognoProseguno gli eventi e le rassegne cinematografiche allo Spazio Oberdan di Milano. Dall’ 8 al 15 aprile 2015 presso Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana presenta "L'altra Heimat - cronaca di un sogno", quarto capitolo della monumentale saga di Edgar Reitz, che in Italia si rivelò un vero e proprio fenomeno di culto riscuotendo un successo enorme. Presentato in anteprima alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia 2013, questo quarto capitolo è stato concepito appositamente per il cinema.

Il discorso provvisoriamente concluso nel 2006 riprende, tornando indietro nel tempo, al 1843, sempre nell’immaginario villaggio di Schabbach, dove la famiglia Simon lavora e lotta contro la morte e dove il figlio Jakob fugge dalla fatica quotidiana immergendosi nei libri e nel sogno di partire per conoscere un Nuovo Mondo. Lo stesso sogno che accompagna la grande emigrazione di migliaia di europei nell’America del Sud, nel tentativo disperato di sottrarsi alle carestie, alla povertà e al dispotismo che dominavano i loro paesi perché, come recita il loro motto, “Qualunque sorte è migliore della morte”.

SCHEDA DEL FILM E CALENDARIO 

Mercoledì 8 aprile (h 20,00) | Sabato 11 aprile (h 16.45) | Mercoledì 15 aprile (h 20,00)
L’altra Heimat – Cronaca di un sogno
R.: Edgar Reitz. Sc.: E. Reitz, Gert Heidenreich. Int.: Jan Dieter Schneider, Antonia Bill, Maximilian Scheidt, Marita Breuer, Rudiger Kriese. Germania, 2013, 230’, v.o. sott. it.

Quarto capitolo della saga di Heimat, in cui Edgar Reitz riprende la storia della famiglia Simon risalendo alla metà del XIX secolo. Protagonista il giovane Jacob, che legge tutti i libri su cui riesce a mettere le mani e sogna di lasciare il suo villaggio, Shabbach, per vivere avventure in un continente sconosciuto, il Sudamerica. Il ragazzo tiene nota di tutti i suoi tentativi di spingersi oltre le campagne dello Hunsrück in un diario stupefacente, che parla non solo di lui ma delle aspirazioni e della filosofia di un’intera epoca.

Chiunque incontri Jacob è trascinato nel vortice dei suoi sogni, soprattutto Henriette, l’avvenente figlia di un intagliatore di gemme. Ma il ritorno del fratello Gustav dal servizio militare metterà fine a quei sogni.