C’era una volta la plastica, a BookCity 2019 per un futuro sostenibile

Nell’ambito della grande manifestazione milanese dedicata al libro e alla lettura, un laboratorio creativo insegna ai bambini il valore del riciclo e del riutilizzo.

La plastica come la conosciamo non ha futuro ed è bene che gli adulti di domani comincino a rendersene conto fin d’ora. Per esempio trattandola in modo ‘alternativo’, come materia prima dei loro giochi e fonte d’ispirazione per la loro creatività.

Un originale aiuto in questa direzione viene da Amgen Italia, che ha ideato C’era una volta la plastica. Favole a lieto fine, workshop nel quale i bambini dai 6 ai 10 anni sono invitati, con l’assistenza di adulti, a re-interpretare bottiglie e oggetti di plastica per dare forma ai loro personaggi di fantasia preferiti. Un modo allegro e colorato per imparare il valore dell’uso sostenibile della plastica, che si deve riciclare e si può riutilizzare, anche in modi imprevedibili.

L’iniziativa è organizzata nell’ambito di BookCity 2019, la grande manifestazione milanese dedicata ai libri, alla lettura e ai lettori, e realizzata in collaborazione con Microsoft Italia, che ospiterà fisicamente il laboratorio nella sua sede presso la AI Class, nelle giornate del 13 e 15 novembre dalle 16:30 fino alle 18:00. E la data del 14 novembre sarà esclusiva per l’edizione annuale di Bimbi in Amgen, la giornata dedicata ai figli dei dipendenti della multinazionale biotech.

“Per Amgen la tutela dell’ambiente in cui viviamo è un obiettivo strettamente connesso alla difesa della salute, tema sul quale siamo direttamente e quotidianamente impegnati, a tutto campo – sottolinea Soren Giese, Amministratore Delegato di Amgen in Italia – Per questa ragione la sostenibilità ambientale occupa un posto speciale nelle nostre strategie. L’eliminazione della plastica monouso è una tappa importante in questo percorso, che vogliamo condividere il più possibile con l’intera collettività, a partire dai figli dei nostri dipendenti e da tutti i giovanissimi milanesi. Con C’era una volta la plastica. Favole a lieto fine, realizzato nella settimana milanese dell’editoria e del libro, facciamo del nostro meglio perché possano leggere con fiducia il loro futuro, e cominciare a costruirlo”.

Per contribuire a raggiungere l’obiettivo della carbon neutrality, cioè l’abbattimento delle emissioni di gas serra, Amgen ha avviato programmi interni per l’eliminazione della plastica. Anticipando le disposizioni previste dall’unione europea per il 2021, Amgen ha così deciso di eliminare tutti i contenitori di plastica monouso, a partire dalle bottiglie d’acqua, sostituita da borracce messe a disposizione di tutti i dipendenti dell’azienda, e dai bicchieri, che ora sono solo di carta. Eliminati, di conseguenza, anche i tradizionali erogatori d’acqua, sostituiti da nuovi dispenser. Oltre la plastica, ma non solo. L’impegno di Amgen per la sostenibilità ambientale si esprime in diversi modi e in più ambiti. Per esempio nella realizzazione di taccuini realizzati in carta FSC (Forest Stewardship Council), cioè con materiali riciclati e certificati, oppure nella progettazione degli stand espositivi con materiali ecosostenibili e, anche in questo caso, provenienti da riciclo. Il workshop si terrà presso l’AI Class di Microsoft House in Viale Pasubio 21 a Milano a partire dalle 16:30 del 13 e 15 novembre.