Moda, le tendenze primavera-estate 2015



collezione gucci primavera-estate 2015Marzo è alle porte ed è ora di pensare alle prossime tendenze per l'estate 2015! Ho raccolto per voi alcune tra le novità e i trend per la primavera-estate ispirandomi ai modelli proposti alle sfilate di New York, Londra e Milano. Sono molte le interpretazioni degli stilisti, sono versioni originali e talvolta discordanti della femminilità quelle presentate alle recenti Fashion Week. I colori più gettonati sono il bianco e il nero, spesso abbinati insieme, l'ocra, terra di Siena, molte tonalità del verde e del blu.

C'è un ritorno al look hippy, Gucci reinventa il gilet di pelliccia e tornano di moda i sandali bassi alla schiava come quelli proposti da Alberta Ferretti o con la zeppa by John Galliano. Infatti l'eccentrico stilista esibisce una versione di donna "guerriera", una Xina dei nostri tempi, dall'aria primitiva con indosso vistose pellicce e camice con stampe floreali. I colori della sua collezioni sono quelli del sottobosco, della foresta: il verde bottiglia, il giallo senape e i toni scuri del marrone. Le collane sembrano piume, dai toni sgargianti, addirittura flou. Anche la collezione di Etro porta in scena i sandali legati alle caviglie, con frange in stile "Pocahontas". Vedremo anche molte trasparenze, gli abiti di Uel Camilo o Rahul Mishra ne sono un esempio. Tessuti leggeri, balze, veli, chiffon sono i materiali più utilizzati insieme al pizzo per la stagione calda.

Sicuramente protagonisti dell'estate sono gli anni '70 con le tipiche stampe geometriche, gli abiti a trapezio e i pantaloni a zampa di elefante. La collezione di Angelo Marani ci ricorda i fantastici Seventies portando in passerella abiti dalle forme ampie, dai colori aranciati e vivaci. I pantaloni sono svasati portati con la camicia, ornata di frange e da cinture. Le tasche sono disegnate, sono forme quadrate dai toni pastello. La cintura si porta sempre, di qualsiasi foggia o modello, preferibilmente vistosa, in camoscio per Derek Mal o eccessiva e fuori misura come quelle di Andrew Gn. I fiori  e  in generale i motivi floreali andranno per la maggiore, Blumarine propone un giardino fiorito con abiti in pizzo, molto ricercati e ricchi di ricami.  

La moda immagina estate avventurosa per una donna sempre più emancipata rispetto al passato,  che indossa abiti dal taglio maschile e osanna la camicia in ogni sua forma e variante.

Agli antipodi la donna portata in passerella da Moschino attraverso il talento e l'estro del suo art director Jeremy Scott. La collezione si ispira totalmente alla mitica Barbie, la bambola più venduta al mondo ma anche simbolo di uno  stereotipo culturale negativo. Le modelle sono provocatoriamente identiche all'originale, biondissime e strette in tailleur rosa confetto. Lo stilista ha ricreato i look più famosi, in abito da sposa o in tuta da ginnastica,  riproponendo in modo perfetto gli accessori e le acconciature.  Adesso tocca a voi, quale stile preferite?