Expo 2015, a 10 giorni dall'apertura è allarme viabilità

una strada che porta a Rho per Expo 2015Manca poco ormai all'avvio ufficiale dell'edizione italiana di Expo 2015, che dal primo di maggio prenderà il via nella città di Milano. Cantieri ovunque ancora aperti e lavori non ultimati non lasciano presagire nulla di buono circa la viabilità che il territorio milanese sarà costretto ad affrontare. Se le previsioni di 20 milioni di visitatori in 6 mesi si dovessero avverare, non sarà del tutto agevole circolare a Milano, e non solo in strada. Come scrive il Sole24ore.it la viabilità è seriamente a rischio durante Expo 2015.

Secondo il quotidiano infatti "I problemi hanno due nomi: la Zara-Expo e la Rho-Monza, la prima sotto la responsabilità del Comune di Milano (tramite la controllata Metropolitana milanese, che ne è la stazione appaltante); la seconda sotto la responsabilità della società Serravalle (di proprietà prima della Provincia di Milano e ora, da qualche mese, in mano alla Regione Lombardia)". Le due arterie stradali non sono state completate e non godono neanche di un buono stato di salute. Il traffico è sostenuto in tutte le direzioni e a qualunque ora del giorno. La Zara-Expo servirà agli utenti che dalla città di Milano dovranno raggiungere la grande fiera inernazionale in zona Rho. La Rho-Monza, che doveva essere pronta già l'anno scorso, servirà a veicolare il traffico in entrata dall'asse nord. Ma il traffico appunto è sostenuto già ora che Expo non è ancora iniziato.

Anche il commissario unico dell'evento, Giuseppe Sala, consiglia caldamente di arrivare a Rho in metro o servendosi dei treni! Ma le metropolitane milanesi riusciranno a sopportare da sole o quasi il flusso di turisti provenienti da tutto il mondo? A dieci giorni dall'avvio del grande evento espositivo il rischio viabilità a singhiozzo è più che fondato.