Starbucks a Milano, non è una fantasia



Starbucks a Milano? Niente bufale, il Corriere della Sera riferisce di una trattativa che si potrebbe chiudere entro Natale, per importare il famoso Frapuccino anche in Italia! Quante volte siamo entrati in qualche Starbucks (ovviamente all’estero) e uscendo dicevamo «Magari ci fosse anche a Milano...».

Ebbene, ora potremo smetterla di fantasticare perché la famosa azienda americana sarebbe vicina a sbarcare sulla nostra penisola. Alla trattativa in corso partecipa il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, imprenditore inserito nel ramo dei Centri Commerciali e importatore  di “Victoria’s Secret”, che da poco ha aperto un negozio in via Torino.

Si dice che nel 2016 potremo già metterci in coda per acquistare una tra le 30 miscele di caffè prodotte da Starbucks. L’idea è di selezionare una location nel centro di Milano, quello degli affari, dove si incontrano banchieri, avvocati, imprenditori e professionisti che hanno bisogno di parlarsi in modo riservato e, soprattutto, necessitano di una buona connessione wi-fi (sempre difficile da trovare).

Il fondatore e amministratore delegato Howard Schultz prese ispirazione proprio dai caffè italiani e dopo la grande espansione internazionale ora cerca d’importare il Frapuccino proprio in Italia: Conquistare la patria del Caffè e i suoi amanti sarebbe la realizzazione di un sogno (che rincorre da vent’anni), più vicino alla realtà di quanto si immagini.

La mancanza di questa catena in Italia ha sempre suscitato tanti punti interrogativi, a cui Schultz rispose così nel 2007:«agli italiani non piacciono le tazze di plastica, poiché essi non considerano neanche la possibilità di prendere il caffè fuori dal bar, bevendoselo mentre camminano o guidano».

Ma i tempi cambiano e queste erano solo le dichiarazioni della volpe che non arriva all’uva, aspettava solo il momento giusto e la persona giusta: Se la trattativa si concluderà positivamente, sarà proprio Percassi il franchising partner per l’Italia, un gran colpo se si guarda ai numeri dell’azienda fondata nel 1971 a Seattle, che conta 22.519 negozi sparsi in ben 67 Paesi e un fatturato di miliardi di dollari.

Frappuccino, Caramel Mocha, Espresso macchiato, Doppio, Americano…finalmente li potremo gustare senza dover uscire dai confini nazionali!