Atalanta-Valencia a San Siro il detonatore del contagio in Lombardia?

tifosi del valencia a milanoGli addetti ai lavori e gli esperti lo considerano il possibile "detonatore" che ha portato la Lombardia e la provincia di Bergamo ad essere tra le zone più colpite dall'epidemia di Covid-19.

Nelle analisi dell'unità di crisi della Protezione civile si sta valutando l'ipotesi che il detonatore del contagio in Lombardia sia stata la partita Atalanta-Valencia giocata a San Siro lo scorso 19 febbraio. La notizia viene riportata da Repubblica online, secondo la quale, il 13 febbraio, sei giorni prima della partita, l'epidemia aveva infatti colpito il sud della Spagna con un uomo nella regione Valenciana morto il 3 marzo e risultato positivo al coronavirus. Da qui l'ipotesi probabile che tra i 2.500 tifosi della squadra arrivati a Milano potessero esserci diversi positivi.

Molti dei quali magari del tutto asintomatici, trattandosi di giovani ventenni. La concentrazione di 45mila tifosi atalantini avrebbe fatto il resto, portando fuori da San Siro il Covid-19.

L'ipotesi è ora valutata dalla Protezione civile che indaga sulle modalità dei primi contagi. La teoria spiegherebbe il boom dei contagi nelle province di Bergamo (5.154 casi totali) e Brescia (4.648 casi totali) e potrebbe confermare il punto di contatto tra questi focolai e quello della provincia di Milano (3.804 casi totali), che solo adesso sembra prendere più consistenza. Del resto quando esplodevano i casi nelle province di Brescia e Bergamo, il primo focolaio di Codogno era spento da qualche giorno.

Sarà comunque difficile da provare scientificamente, quella che, come sottolinea Repubblica è "qualcosa di più di una suggestione, qualcosa di meno di una certezza scientifica, del resto ormai impossibile da provare".