Come scegliere un’impresa di pulizie a Milano

Non si pensa a come scegliere un’impresa di pulizie fino al momento in cui ne serve una, ma un conto è individuarne una in un piccola cittadina di provincia e un altro è stabilire quale sia la migliore in una grande città.

Affidarsi alla prima ditta che si trova su internet o che viene suggerita da un amico potrebbe portare a insoddisfazione e, di conseguenza, a dover ripetere la fase di ricerca con ancora maggiore frustrazione rispetto alla prima volta.

È importante dedicare tempo e attenzione a studiare il curriculum dell’impresa di pulizie per stabilire se è quella perfetta per le proprie necessità.

Le caratteristiche da analizzare sono:

  • Esperienza nel settore
  • Capacità di soddisfare le richieste
  • Rapporto prezzo/qualità

Valutare l’esperienza nel settore delle pulizie

Prendere sottogamba il fattore esperienza per valutare preliminarmente chi fornisce servizi professionali di pulizia è un errore madornale. Non è il caso di pensare “che ci vorrà mai a pulire un pavimento” se non si vuole finire ad avere il parquet danneggiato dopo il passaggio di un operatore non professionista.

Questo preambolo è utile per capire quanto siano tecniche e impegnative le operazioni che fanno parte del know how di un’impresa di pulizie e per questo è indispensabile valutare l’esperienza che essa ha, da quanto tempo è attiva, quali garanzie dà ai clienti.

Una lunga storia aziendale per un’impresa di pulizia a Milano è sinonimo di affidabilità e di clienti soddisfatti nel tempo. Di solito chi lavora bene e continua ad aggiornarsi ha una lunga carriera e questo vale anche per le imprese di pulizie, proprio come dimostra una delle aziende milanesi più longeve del settore, SAGEM.

Informazioni di questo tipo si possono trovare facilmente sui siti internet delle ditte, ma nessuno vieta di telefonare e fare domande ai responsabili o ai titolari.

Stabilire se l’impresa di pulizia è capace di soddisfare le richieste

Un’impresa di pulizie a Milano può avere una vastissima esperienza dovuta ai molti anni di attività, ma se i servizi che propone non sono quelli che si stanno cercando, allora è inutile chiedere un preventivo.

Per andare nel concreto: se devo far pulire un monolocale di 50 metri quadri e l’impresa che ho individuato fornisce servizi di pulizia solo a grandi condomini o aziende, perché dovrei perdere tempo contattandola?

Se si hanno richieste particolari è ancora più importante capire se la ditta è in grado di esaudirle. Basta pensare alla necessità di far eseguire le pulizie di notte o durante i festivi per capire che non tutte le aziende accetteranno il lavoro.

Quando si hanno materiali o ambienti particolari da pulire e igienizzare è indispensabile chiedere a diverse imprese se hanno prodotti e macchinari adeguati, ad esempio per: marmo, metallo, legno o laboratori di analisi, industrie alimentari, scuole.

Analizzare la qualità del servizio di pulizia e il prezzo

Il costo è sempre un punto critico nel processo decisionale. Bisogna tenere sempre bene in mente che i prezzi dei professionisti che puntano sulla qualità sono sempre superiori rispetto a quelli di chi lavora con meno capacità e risorse.

Questo significa che se si vuole avere un condominio, un ufficio, una fabbrica impeccabile bisogna preventivare un budget adeguato per ingaggiare un’impresa di pulizie qualificata.

Non è mai una buona strada quella di puntare su prezzi bassi per lavori articolati e impegnativi. Analizzare diversi preventivi, seguendo almeno i due parametri descritti in precedenza, permette di stabilire qual è l’azienda che garantisce il migliore servizio a un prezzo adeguato.