Milano come Parigi, a passeggio sui tetti

milano passerelle mengoniIn pochi mesi, si spera già dall’inizio di Expo, sarà possibile visitare Milano da una prospettiva inedita. Per la prima volta infatti, milanesi e turisti da tutto il mondo, potranno passeggiare sulle antiche passerelle che, oltre un secolo fa, furono create dall’architetto Giuseppe Mengoni per i lavori di manutenzione della Galleria Vittorio Emanuele. A finanziare il progetto, oltre ai 5 milioni del comune e i 2 del Seven Stars Hotel, 3 milioni di euro arrivano direttamente dai colossi della moda Prada e Versace.

Inoltre, siccome la beneficenza non è mai di troppo, il Seven Stars Hotel donerà una parte della quota ingressi al Comune, che potrà usufruirne per dare accesso agevolato alle scuole. Il percorso sarà accessibile fino al termine del 2016, e prevede visite dalle 7 alle 23 con orario continuato, dall’alba al tramonto. In questo modo, sarà possibile godersi il panorama milanese, da Piazza del Duomo a piazza della Scala, passando per il nuovo suggestivo skyline, accompagnati di giorno dal sole e, di sera, da un sistema di illuminazione costruito ad hoc.

Durante il restauro, sono riemersi diverse componenti estetiche, tra cui gli inediti affreschi del vecchio centro meteorologico della città; ma il Sovrintendente ai beni monumentali, Alberto Artioli, assicura che ci sono anche elementi pericolosi in fase di consolidamento. L’itinerario, di circa 250 metri per 550 mq di superficie, ci saranno punti di sosta e cartelli per raccontare la storia della Galleria, sia in italiano che in inglese.

La partenza è prevista dal cortile interno di Via Silvio Pellico 2, tramite due ascensori ad “alta velocità” che sono ancora in fase di costruzione. Ci vorranno solo 60 secondi per raggiungere l’altezza madonnina, ed arrivare ad oltre 40 metri di altezza.