Visitare Pisa, e non solo la Torre Pendente



pisa torre pendentePisa è una ridente città che vanta una gloriosa storia ed è un importante centro universitario, meta di studio per moltissimi ragazzi italiani e non; gode di un’ottima posizione geografica tra le colline e il mar Tirreno. Pisa è a misura d’uomo; il modo migliore per visitarla è a piedi. L’aeroporto di Pisa è base di molte compagnie low cost, situato a pochi chilometri dal centro città e direttamente collegato alla stazione centrale.

La città è famosa in tutto il mondo per la sua celebre Torre Pendente in Piazza dei Miracoli, patrimonio dell’Unesco dal 1997, ma oltre a questo è molto di più: un grande museo a cielo aperto che consiglio di visitare a piedi, con il naso all’insù per ammirare decori, strutture architettoniche, facciate, capitelli e statue di piazze e chiese.

Il centro della città è caratterizzato da palazzi storici, quasi tutti trasformati in negozi e mega store, tra i quali l’antico palazzo al civico n. 61 di Corso Italia, con pareti altissime, decorate e adornate in puro stile liberty, oggi sede di un rinomato brand dell’abbigliamento. Percorso Corso Italia si supera il fiume Arno attraversando uno dei tre principali ponti arrivando così nella zona dei Lungarni, ampie strade che costeggiano gli antichi palazzi come Palazzo Pretorio, Palazzo Gambicorti, la Chiesa di Santa Maria della Spina e molti altri che si affacciano sull’Arno; da non perdere il fantastico tramonto visto dal Ponte di Mezzo.

In Lungarno Mediceo si trova il Museo Nazionale di San Matteo, ubicato nell’omonimo monastero benedettino, nel quale è possibile ammirare una delle raccolte più grandi e importanti di bacini ceramici, meravigliosi ma poco conosciuti reperti di un’arte arcaica, tipicamente pisana. Dai Lungarni si raggiunge Borgo Stretto: uno snodo di vicoli, stradine, gallerie e portici tra austere case- torri medievali.

Caratteristico e colorato il mercatino di frutta e verdura in Piazza delle Vettovaglie, che ogni giorno anima le viuzze intorno alla piazza, tra le grida in vernacolo dei venditori ambulanti e il profumo di pane; luogo ideale per un aperitivo o un pranzo veloce, ritrovo serale per la movida universitaria e cuore multietnico della città.

Si consiglia di visitare la città in occasione della "Luminara di San Ranieri", evento antico e di folclore popolare che si svolge ogni anno il 16 giugno, di cui si ha traccia già da metà del 1300. Le finestre, i balconi, i davanzali dei palazzi che si affacciano sull’Arno vengono ricoperti da candele e ceri illuminando il centro dal tramonto fino a notte inoltrata e creando un effetto scenografico a dir poco spettacolare. La città festeggia il suo santo patrono con musica, ottimo cibo e uno spettacolo pirotecnico a mezzanotte.

Infinite storie sono custodite a Pisa, città dai mille volti e dalla mille vite che ha saputo conservare i fasti del suo epico passato.