Visitare Padova e le sue attrazioni



visitare padovaPadova è una bellissima città del Veneto, con tanti tesori artistici e siti d’interesse. L’itinerario proposto sotto, permette di conoscere le attrazioni più importanti della città e di conseguenza tutto il suo centro storico: a partire dagli affreschi di Giotto nella cappella degli scrovegni, l’antica università, il caffè Pedrocchi ed il palazzo della regione fino a raggiungere la basilica di Sant’Antonio e quella di Santa Giustina. Padova saprà certamente affascinare chiunque la visiti.

Nessuno dovrebbe rinunciare dunque a fare una passeggiata nel centro storico di Padova e farsi incantare da questa fantastica città veneta.

Per vedere le maggiori attrazioni della città, ci si impiega dalle tre alle cinque ore. È consigliabile, l’acquisto della Padova card, che autorizza tutti i turisti ad ingressi gratuiti o ridotti a numerose attrazioni cittadine, ma anche l’uso gratuito dei mezzi pubblici.

L’itinerario delle maggiori attrazioni di Padova, inizia dalla cappella degli Scrovegni che è situata nei giardini dell’arena e ospita gli affreschi di Giotto. Meritano una visita i Musei Civici Eremitani che si trovano proprio di fianco alla chiesa degli Scrovegni. I Musei Civici Eremitani contengono, numerosi reperti di Padova del periodo romano. Contiene anche una separata mostra egiziana con pezzi provenienti dalla collezione dell’esploratore Giovanni Battista Belzoni. Continuando il percorso si può vedere il caffè Pedrocchi, punto di incontro di studenti e intellettuali. Prendere un caffè qui non è sicuramente tempo sprecato. Poco dopo si raggiunge il Palazzo Bò, che è l’antica università di Padova, dove insegnò Galileo Galilei.

Dall’università si arriva poi al Palazzo della Ragione che si trova tra due piazze: piazza delle erbe e piazza della frutta. Il palazzo venne costruito all’inizio del XIII secolo e servì inizialmente come palazzo di giustizia di Padova. Poi si può vedere il Duomo di Padova, di cui le origini risalgono al IV secolo d.c. nel 1117, la chiesa fu distrutta e ricostruita in seguito ad un terremoto. Andando verso la direzione sud si arriva a Prato della Valle, una delle piazze più grandi d’Europa. Nella parte meridionale della piazza sorge la grandissima basilica di Santa Giustina, che ospita le tombe di Santa Giustina dell’evangelista Luca.

Se siete interessati alla biologia o alla botanica, potete andare a vedere l’Orto Botanico, uno dei più antichi orti botanici d’Europa che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. L’ultimo sito d’interese è la basilica di Sant’Antonio, che è una delle attrazioni principali di Padova, essa riflette di un influenza bizantina ed è dedicata a Sant’Antonio, la cui tomba si trova all’interno della chiesa.